ROSA MADAME ALBONI

» Posted by on Mag 10, 2015 in Homepage Hilights, Profumi Biodinamici | 0 comments

P

Programma della serata:
   Luigi Tanganelli musiche per pianoforte di F. Liszt e S. Thalberg su temi cantati dalla Alboni
Consegna del Premio, al celebre mezzosoprano Fiorenza Cossotto.
Il Premio, una rosa d’argento ispirata alla rosa madame Alboni , ibridata nel 1852 da un floricoltore francese e che prese il nome della cantante. Il gioiello in argento è stato realizzato dall’ orefice cesenate Antonio Valducci utilizzando l’antica tecnica dell’osso di seppia.
L’originale e’ stato donato alla Cossotto.
Nelle prossime edizioni – la manifestazione ha cadenza biennale – la rosa sara’ realizzata da un calco di questa .
La rosa è di colore lilla e consta di 27 petali , molto larga e profumata.  L’associazione,  Dott. Lelio Burgini in particolare,  ha anche recuperato dalla Francia un esemplare che giungera’ in Italia per essere piantata nel giardino pubblico di Cesena a fine marzo.
Dopo la premiazione breve conversazione dell’artista con Piero Mioli, musicologo,
a seguire  Clara Giannone mezzosoprano – musiche tratte dal repertorio della Alboni
al pianoforte Roberta Ropa.
PRIMA NAZIONALE
“Concerto, ricordo, intervista, divulgazione, mondanità, ma sempre grande musica classica: a un’immagine del genere punta l’originale manifestazione ideata dal’Associazione culturale ‘Marietta Alboni’ mediante alcuni studiosi-critici musicali e fissata per il giorno natalizio della celebrata.
Cantante del pieno Ottocento prediletta da Rossini, Marietta Alboni è stata una grande voce storica, che non va assolutamente dimenticata o relegata alle enciclopedie o biblioteche. Per questo l’Associazione, che si vanta d’aver acquisito il suo nome, ha costruito una serata nuova, diversa, articolata, soprattutto musicale ma non solo.
Si comincia con un breve concerto memoriale: un affermato pianista eseguirà alla tastiera melodie vocali già famose nell’ugola di Marietta; si consegna poi il premio Contr’alto di donna alla celeberrima Fiorenza Cossotto, la cui luminosa carriera ha toccato anche pagine interpretate dalla Alboni, con tanto di conversazione su svariati temi d’arte e attualità; infi ne, si dà spazio al concerto vocale alboniano, che vedrà protagonista una giovane cantante in carriera tra le migliori allieve della Cossotto.
Una serata musicale all’insegna della cultura, dell’umanità, della classe, di tutto quanto meriti la nobiltà del belcanto italiano.”Piero Mioli

http://www.teatrobonci.it/index2.php?prodotto=1274

 

 

 

 

 

 

 


I commenti sono chiusi.